Marte in Leone e le nuove identità

A seguito di un Novilunio con eclissi Solare, che ha segnato una cesura importante per lo scenario collettivo e individuale, Marte è entrato nel segno del Leone da una manciata di giorni e nel giro di un paio di settimane la sua marcia incontrerà l’opposizione di Saturno, in transito nell’archetipo dell’Acquario e la quadratura di Urano, principio di libertà, nel Toro.

Gli scatti di Marte somigliano nella vita ordinaria a piccole detonazioni capaci di scuotere le nostre giornate, quando poi il suo passo già vibrante si estende nel territorio di fuoco del Leone gli inneschi hanno ragione di diventare incendi in un battito di ciglia.

Fuoco su fuoco.

Dunque la  tipologia di incendi alla quale ci troveremo sottoposti nelle prossime settimane potrebbe assumere i connotati degli scontri magistrali e storici, dei conflitti che divampano su questioni trascurate o dormienti da tempo. Quegli scontri che finiscono negli annali delle famiglie o vengono ricordati molto tempo dopo fra amici.  Il che ci consentirà il giusto punto di caos per riuscire a guadagnare una visione più alta delle situazioni in cui siamo infilati. Volenti o no.

La perdita disarmonica di un vecchio punto di equilibrio spesso è infatti l’unico modo per trovarne uno nuovo.

Ogni nascita necessita del suo piccolo esborso di sangue.

Nell’Archetipo del Leone per altro la Coscienza in viaggio sulla ruota dello Zodiaco è chiamata senza dubbio ad una nascita, dopo quella fisica avvenuta nell’Ariete, a quella che deve verificarsi nello Spirito. Il che rende necessario il coraggio del taglio con tutto quello che osta al riconoscimento di sé ad un livello più redento.

E’ quello che potrebbe accadere attualmente.

Cosa ci impedisce di riconoscerci in vesti e identità nuove?

L’ultimo anno ha mutato i connotati del mondo per sempre e assieme ad essi ha scolpito persone nuove, ha permesso loro di definirsi, di vedersi nell’assenza delle distrazioni consuete.

Molti di noi stanno portando alla luce una parte di se stessi mai vista prima.

Che sono riusciti a intravedere solo spezzando copioni di quotidianità vissute alla modalità di dischi rotti per decenni.

E ora queste nuove identità sono diventate foriere di dubbi e incertezze, perchè richiedono cambiamenti e la capacità di impartire sibilanti colpi di spada a quello che c’era prima.

Noto. Tranquillo, accomodante ma mortifero per un gran numero di Anime.

Allora c’è in atto una battaglia per le nuove identità sul nostro amato pianeta Terra.

Perchè  può cambiare faccia solo se ciascuno di noi accetta di cambiare la propria.

E Marte in Leone lascia scoccare l’ora in cui trarre il dado e passare il Rubicone.

Le cose scivoleranno autonomamente verso definizioni e tagli.

Anche il mito conosce le asperità della lotta per l’individuazione di sè.

Eracle per esempio viene messo al mondo dalla madre Alcmena assieme al fratello gemello Ificle. Stessa madre padri diversi. Durante una breve assenza del marito Anfitrione infatti, Alcmena  fu oggetto delle attenzioni di Zeus in persona. Una parentesi fedifraga durata una notte nella quale il Dio ha generato nel suo grembo un bimbo prodigioso. Alcmena tuttavia, presa dal timore al rapido ritorno del marito, si unì nel talamo anche a lui, sperando di confondere  le tracce del tradimento. E invece diede alla luce due bambini che fece  passare entrambi, tremante, come prole del marito. La menzogna resse fin quando una notte due enormi serpenti inviati da Era, come di consueto furiosa per l’adulterio del marito, non si introdussero nella stanza dei bimbi con l’obiettivo di assassinarli. Il piccolo Eracle ancora in fasce, incurante delle grida terrorizzate del fratello, senza batter ciglio li afferrò saldamente nelle piccole mani fino a strangolarli  entrambi senza sforzo alcuno.

Alcmena dovette così rivelare al marito la vera identità del piccolo eroe che necessariamente doveva essere stato generato in un sangue diverso e portentoso.

Quali saranno allora gli atti di forza che riveleranno al mondo la nostra vera natura?

Quali sono gli svelamenti che stiamo rimandando?

Saranno settimane queste nelle quali chi si è liberato interiormente del morso di una vecchia esistenza dovrà manifestarlo.

Il Sole, maestro del Leone, è connesso a doppio filo con le tematica identitaria, con la capacità di lottare per consentire al proprio valore di emergere.

Al proprio volto reale di mostrarsi.

Lasciate che sia.

Non abbiate paura dei serpenti, degli scontri e dei tagli. Di chi cercherà di fiaccarvi o sminuirvi.

Nessuno può rubare la luce al Sole.

Con Amore e servizio

Francesca Spades

<!–

Se desideri un consulto puoi scrivere a : francescaspades@gmail.com

Se desideri prendere parte ai miei corsi on line FB di Astrologia Karmica, Mito e Cabalà puoi scrivere a: francescaspades@gmail.com

Se trovi utili i miei scritti puoi contribuire con una donazione su paypal

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...