Giove in Capricorno. Siete pronti a diventare figli insubordinati?

Giove è il pianeta legato a doppio filo con le nostre espansioni. Di qualunque tipo esse siano. E’ il pianeta maestro del Sagittario e le tematiche care a questo archetipo hanno a che fare con le nostre espansioni di coscienza prima di tutto, quelle che porta a casa la nostra personalità che cerca di trovare da qualche parte una connessione sempre più intensa con la propria Anima. Con quel pezzetto di Dio che tenta di riconoscersi per quello che è: una scheggia del Divino appunto. Detta cosi sembra facile, in mezzo invece scorrono le nostre esistenze con le loro sfide, le loro difficoltà e le lezioni che piano piano comprendiamo, segnando un passetto in avanti sulla strada del ritorno a casa. E l’unica casa a cui tutti aneliamo è quella del Padre. Quella in cui non verremo giudicati o rifiutati per esserci allontanati, ma quella in cui per noi si sacrificherà il vitello grasso, come ci dicono le scritture usando il loro stupendo linguaggio simbolico.

E Giove è l’energia base delle nostre acquisizioni, dei nostri scatti di coscienza. La sapienza antica del mito ci consegna la figura paterna di Zeus, Giove, prima di tutto padre degli Dei. La sua generosità è proverbiale. Zeus interviene quando le sofferenze dei suoi sudditi sono troppo strazianti, li trasforma in fiori o costellazioni per impedire che patiscano ancora. Zeus ama nel suo talamo un numero esorbitante di divinità, ninfe o semplici umane. Il suo grande cuore batte per tutti, la sua grande passione per l’amore investe seminale ogni creatura femminile che i suoi occhi sembrano incontrare. Un posto nel cuore di Zeus si trova per chiunque. perchè i veri leader prima di conoscere la severità cogente del loro potere, devono sviluppare il cuore della compassione, la capacità empatica di mettersi in relazione con i sottoposti e accoglierli per quello che sono, come sono. Ma la storia di Zeus non è sempre stata questo.

Da ragazzo Zeus è stato un ribelle.

Da ragazzo Zeus ha dovuto macchiarsi del sangue di suo padre, ed era una tara di famiglia perchè anche suo padre prima di lui aveva dovuto fare lo stesso con suo nonno. Figlio di Crono/Saturno, Zeus infatti ha dovuto squarciare il ventre del padre, secondo alcune versioni più efferate del mito, per consentire ai suoi fratelli di venire al mondo. Saturno infatti li ingoiava appena nati i suoi figli, preda del terrore di venirne un giorno spodestato. E Zeus invece, salvato dalla madre Rea, sostituito da una pietra affinchè il padre pensasse d’averlo mangiato come gli altri, cresce nel desiderio di vendetta per quel genitore crudele e duro nel cuore. Bramoso di conservare in eterno il suo potere. La genesi del potere di Zeus finisce per affondare in una guerra durata dieci anni contro quel padre che non voleva saperne di ritirarsi a vita privata, perfino una volta che i suoi figli erano stati liberati dalle sue viscere e pronti a render battaglia.

Il Cielo del 3 Dicembre prossimo segna il passaggio di Giove nell’archetipo del Capricorno. Simbolicamente rappresenta quel Giove ancora acerbo, ancora giovanile che il mito ci racconta infuriato con il padre, infuriato con la sua cieca e misera brama di potere. Il Maestro del Sagittario entra nel Regno di Saturno, il grande cuore di Zeus, con la sua pietà, la sua compassione, la sua generosità e la sua capacità di amare torna ad avere a che fare con la freddezza, l’aridità e il caparbio attaccamento alla materia che era stato di suo padre Saturno. E quale sarà il senso di questo ritorno al passato se non quello di modificarlo? Di cambiarlo da dentro come il mito ci racconta?

Questo scatto del Cielo ci racconta la nostra voglia di mettere a posto per sempre situazioni che pendono nelle nostre esistenze. Situazioni che avvertiamo come ingiuste, asfittiche, che ci tolgono aria ed entusiasmo. Quelle che hanno segnato e limitato il nostro cammino e che ci hanno impedito di volare dando concretezza a certe litanie e adagi che sono stati dei nostri genitori, e dei loro ancora prima. Le ipoteche piene di paure che ci hanno impedito di afferrare i sogni, la chiamata vera del nostro Sè superiore. Giove torna a scontrarsi con Saturno, suo padre, e tutti noi ci dovremo liberare di quelle parole pesanti come macigni che sono rotolate su di noi dalla bocca dei nostri genitori quando eravamo ancora incapaci di dissentire o di pensarla diversamente. Quei “non ci riuscirai mai”, o ” questa cosa non fa per te”, quei ” pensa a trovarti un lavoro per mangiare” , quei “pensi che la vita sia un gioco?” che a volte i genitori pronunciano per sottolineare a se stessi che hanno fatto bene a non giocare, a dimenticare quello che dava gioia al loro cuore. Perchè la vita è fatta di ostacoli e sconfitte, di mete non raggiunte e di abbandoni. Quanto ancora paga ciascuno di noi ai giudizi delle vecchie generazioni? Che spesso in assenza della nostra coscienza sono diventati i calchi silenziosi della nostra vita, i solchi nella quale ha iniziato a scorrere senza che ne prendessimo contezza? Giudizi che non furono concepiti con l’intento di danneggiarci ma per amore, per evitarci delusioni, perpetuando tuttavia la scia nera di frustrazione della fonte da cui provenivano : uomini e donne impauriti. Chiusi nell’incubo di un mondo che obbedisce a regole incomprensibili e di sicuro non controllabili dal nostro interno. Vittime.

Giove che entra nel Capricorno segnerà la nostra voglia di afferrare la spada e squarciare la pancia a quelle parti di noi che ci legano ad una visione depotenziata e statica di quel che siamo, derivataci da luoghi lontani della nostra famiglia e genealogia. Come Zeus arriva a porre fine alla durezza e al controllo di un padre incapace di amare e condividere, sancendo l’inizio del suo Regno di opulenza e magnanimità, Giove arriva a trasmutare la mancanza di fiducia che in molti si portano addosso come una condanna silenziosa dalle primissime fasi della nostra vita, arriva a farla diventare fierezza e passione.

La scelta è tutta nostra. Possiamo agilmente trasformarci nei nostri genitori e ripetere i loro errori esistenziali, ripercorrendone la parabola, oppure essere quel figlio che cambia la filanda. Che consente a un nuovo mondo di nascere. Non sarebbe esistito il mondo delle Divinità Olimpiche come lo conosciamo se Zeus non avesse trovato il coraggio di impugnare la sua spada ed tagliare quel che andava reciso.

Siete pronti a diventare Zeus? Signori e padroni assoluti della vostra esistenza? Si può fare unicamente avendo esperito il coraggio di tagliare con i giudizi e la paure che sono state delle generazioni che ci hanno preceduto. Sarà un anno ( il transito durerà fino al dicembre 2020) in cui molte delle tare che le nostre famiglie ci hanno consegnato verranno alla luce, saranno visibili e ci consentiranno di cambiare la via della nostra progressione in questa vita permettendo alla mela di cadere un pochino più distante dall’albero che l’ha generata per usare un vecchio adagio popolare.

Nell’Albero della Vita della Cabala il sentiero di Saggezza connesso a Giove è chiamato Kaph, che significa palmo della mano, collega la sephira Chesed ( la Grazia di Dio) alla sephira Netzach ( la Vittoria di Dio). E’ il cammino che la coscienza Divina compie per realizzare il proprio Trionfo. E la Vittoria simbolicamente è connessa al palmo della nostra mano. Ciascuno la stringe in pugno. E’ quel potere che ciascuno deve arrivare a scovare in se stesso che consente di prendere concretamente in mano le circostanze della propria esistenza e modificarle dall’interno.

Come fece Zeus, figlio ribelle ma futuro Re di tutto il pantheon olimipico.

Vi auguro la forza di sconnettervi delle false credenze dei vostri avi e di stringere nel palmo della vostra mano tutte le vittorie che la vostra Anima anela.

Avete solo preso in prestito la materia dai vostri genitori. Non l’Anima. Quella è solo vostra.

Siate Vostri.

Love

Shanti

(imm. Pinterest)

Francesca Spades

Se desideri un consulto astrologico con me o desideri l’analisi personalizzata della congiunzione Saturno- Plutone 2020 puoi scrivere alla mail : francescaspades@gmail.com

La mia pagina Facebook è : https://www.facebook.com/AstrologiaKarmicaPerAnimeConfuse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...